Cookie

Facebook diventa Meta: Perchè questo cambiamento?

Facebook diventa Meta: la parola Meta significa andare oltre e il simbolo scelto per questa nuova azienda è l’infinito!

Quello che tutti stanno sbagliando è dire che Facebook diventa Meta … in realtà è l’insieme delle piattaforme di proprietà di Mark Zuckerberg a diventare Meta, quindi nello specifico: Facebook, Instagram e Whatsapp.

Qual’è quindi il significato del fatto che Facebook diventa Meta?!?

Probabilmente che queste piattaforme si amplieranno, avranno nuove funzioni e non è detto che siano tra loro tutte collegate come si pensava una volta dovesse accadere. Probabilmente si aggiungeranno anche delle nuove piattaforme come oculus che al momento è inglobato all’interno dello stesso Facebook e ignorato dai più!

Che questo cambiamento sia positivo lo credo, visti tutti i blocchi, problemi e limitazioni che hanno visto interessate queste piattaforme nell’arco degli ultimi mesi.

Che il “positivo” arrivi nell’immediato ne dubito! quando si muovono macchine così complesse i cambiamenti arrivano a cascata e dei risultati si può beneficiare solo a lungo termine.

Data dell’avvio: si dice entro gennaio 2022 … Prepariamoci alla nuova era digitale, sempre più immersa, interattiva e speriamo anche remunerativa.

Già perchè il costo di sponsorizzazione è salito tantissimo negli ultimi mesi: sono ormai dimenticati i tempi in cui bastava cliccare “metti in evidenza” per vedersi sommersi di richieste o messaggi.

Questo non vale solo per i social, in generale è la legge del mercato: più si alza la richiesta e più si alzano i prezzi. Del resto, 10 anni fa eravamo in pochi a sapere come attivare una sponsorizzata con Facebook … ora lo fanno praticamente tutti in tutti i settori (questo non significa che siano capaci di farlo)

Mi piace pensare che ci sia ancora molto spazio di azione e che la tecnologia sia sempre un supporto al Business, per questo sono curiosa di testare le novità e condividerle con Voi, perchè avremo tante nuove conquiste da fare sul web.

L’era di nuovi mercati è destinata a crescere

Gli ultimi 2 decenni hanno visto una esplosione di nuovi mercati legati al mondo online, digital e virtuale.

In questi nuovi mercati sembra non esserci ne tempo, ne spazio … ed una grande azienda solida e con un fatturato a 5 zeri può trovarsi soppiantata in poco tempo da una Start up.

L’errore più grande che si possa fare è utilizzare le strategie tradizionali per approcciare nuovi mercati.

Il tentativo di differenziarsi fin da subito in un nuovo mercato può portare l’azienda in un vicolo cieco,. E’ più efficiente trattare le altre aziende del settore come una fonte di idee!

Sperimentazione incessante e impegno profondo, questo crea la differenza e soprattutto nell’online c’è ancora un’infinità di posto, perchè ogni piccola idea può diventare un driver inesauribile.

Allora cosa aspettate? Prendetevi il vostro pezzetto di nuovo mercato online: cercate e sperimentate!!!!

Mantieni solidi i Team a distanza

Mantenere solidi i team in questo periodo storico non è facile.

I Team che cambiano improvvisamente modo di lavorare, specie se passano dalla co-localizzazione alla distribuzione sul territorio, devono rivedere l’approccio alle proprie attività.

Avere una strategia per mantenere solidi e performanti i team risulta di vitale importanza.

E’ fondamentale quindi definire bene:

  • Gli obiettivi generali
  • L’obiettivo del singolo
  • I ruoli di ognuno

Create più momenti di condivisione durante la settimana per mantenere solidi i team a distanza, soprattutto tra persone che erano abituate a portare avanti la stessa progettualità e scandite bene i tempi.

Il tempo è una componente fondamentale che in questo specifico periodo storico sembra sfuggire di mano, è importante scandire i tempi del lavoro anche a distanza, con piccole scadenze giornaliere.

E’ utile inserire una strategia di marketing su Pinterest?

Pinterest sembrerebbe il social in crescita per gli acquisti in App, permettendo infatti di fare shopping senza uscire dall’applicazione.

E’ un social ancora poco conosciuto pur essendo attivo da moltissimo tempo. Conta 320 milioni di utenti di cui per l’80% donne …

Essendo un social che basa la propria comunicazione principalmente sulle immagini, è molto adatto a prodotti “visivi” che possano contare su scatti di alta qualità.

I settori più appropriati per Pinterest risultano essere: moda, design, casa, food, turismo, lifestyle, beauty, salute e generalmente famiglia.

Se rientri in una di queste categorie il mio consiglio è di provarlo MA prima prepara la tua strategia, non c’è cosa peggiore che approdare su una nuova piattaforma e postare a “caso”

Social e Coronavirus: come cambiare la comunicazione

Ecco dei consigli utili per strutturare al meglio la vostra comunicazione sui Social:

  • Formulate i vostri messaggi in modo tale che parlino delle reali difficoltà che sta vivendo il vostro target in questo momento
  • Se usate fare programmazioni a lungo termine, verificate che i contenuti programmati in passato siano ancora attinenti
  • Attenzione al “Tone of Voice” ora serve empatia e massimo ricalco
  • Le immagini che scegliete non devono richiamare lo stare all’aperto o fare azioni in questo momento vietate
  • Condividete la vostra modalità di Smart working e ringraziate i vostri clienti che vi seguono dal web
  • Create dei materiali gratuiti a supporto della vostra audience: mostrategli che ci siete in modo disinteressato e autentico
  • Non condividete informazioni sulla pandemia se prima non ne avete verificato la veridicità

Piccole regole che possono aiutarvi a rimanere online in modo strategico e professionale!

Come dico sempre, la cosa fondamentale è RIMANERE NELLA TESTA DEI NOSTRI CLIENTI! farlo in modo rispettoso e professionale è altrettanto fondamentale.

Gruppi di scambio like … come reagisce l’algoritmo?

Mi chiedete spesso consiglio sulla funzionalità di questi fantomatici gruppi di scambio like sui social.

Sono utili all’incremento della visibilità organica della nostra pagina FB o del nostro account IG? NO

Anzi, ti dirò di più alla lunga è penalizzante … Ricordati che l’algoritmo è intelligente e riconosce l’azione meccanica ripetuta che deriva da una stesso gruppo di persone.

Già da qualche tempo i motori di crescita automatica dei follower di IG sono stati bannati dal sistema.

Se ci tieni alla tua reputation e credibilità per l’algoritmo devi prestare particolare attenzione a ciò che fai! Negli ultimi mesi sono stati chiusi migliaia di profili perchè considerati Fake!

In base a quale criteri questi profili sono stati chiusi? In base al loro comportamento in rete.

I like te li devi guadagnare e … ti faccio una domanda? A cosa bis erve avere like di persone che da te non compreranno mai?

A Nulla!!!!

Come gli eventi attuali incidono sul mercato

Ad oggi continua a salire in modo spaventosa la percentuale degli acquisti online … da quando il Coronavirus è purtroppo sbarcato in Italia.

E’ un momento storico straordinario … di cui sicuramente molti di noi, me compresa, non hanno memoria.

Un momento in cui è fondamentale farsi venire delle nuove idee … perchè tutte le attività sono a rischio … proprio tutte!

Chi sta resistendo … chi oltre ad avere una “serranda” fisica ne ha anche una online. Eh si, perchè i negozi stanno chiudendo o limitando i loro ingressi … giustamente stanno facendo la loro parte MA chi ha una vetrina online riesce e PUO’ non fermarsi e continuare a lavorare, fatturare e non cedere a questa terribile crisi!!!!!!

Aumento spaventoso degli acquisti online … le persone cosa acquistano?!? Veramente di tutto …. per sfogare lo stress, per prendersi una pausa, per rompere la noia.

Se non lo hai fatto prima, questo è il momento di fare una riflessione e “purtroppo” hai il tempo per farlo:

Tutti i prodotti o servizi possono essere venduti online, tu quanto e come sei presente nel web?!?

Qual’è l’età media sui Social?

Sento più spesso dire che Facebook è da vecchi che su instagram ci sono solo i ragazzini e Linkedin è solo per chi cerca lavoro …

Credo che queste “dicerie” siano riduttive ed è bene, se usi i social per far Business, capire bene, dati alla mano che target media di utenza hanno.

Facebook: la percentuale maggiore di utenti attivi si attesta tra i 35 e gli over 65. Una bella fetta di mercato che include almeno un paio di generazioni.

Instagram: aumento progressivo dell’età per i follower di questo Social! Grazie all’IG Tv l’età media si è alzata a 25 anni e arriva fino ai 45

Linkedin: indubbiamente la patria degli over 30, desiderosi di innescare nuove opportunità di Business … direi che è più il posto per chi offre che per chi cerca … a differenza di quanti molti pensino

Youtube: forse il social con la più ampia fetta di mercato attiva … in termini di fascia di età, passiamo dagli under 18 fino ai 50 anni

TikTok: al momento il 35% degli utenti ha un età compresa tra i 13 e 15 anni … in netta salita ma il target non è ancora chiaro

Sapere dove si trova a online la tua audience è fondamentale per comunicare nel modo corretto, non sprecare risorse e riuscire a fare centro!

Più sei chirurgico nelle tue azioni e più otterrai risultati 😏

OBIETTIVI DEL NUOVO ANNO

Anno nuovo, nuove strategie

I BUONI PROPOSITI …

Inizia una nuova settimana ed da qualche giorno è iniziato anche un nuovo mese … gli inizi sono sempre carichi di buoni propositi ma se a questi non seguono azioni concrete i RISULTATI non arriveranno.

Nel Marketing funziona nello stesso modo: non basta dire quanti clienti o quanto fatturato desidero fare questo mese – è necessario decidere le azioni necessarie per farlo e soprattutto quando e come farle!

… per il fatturato di novembre SEI GIA’ IN RITARDO!!!!

Mettiti subito al lavoro.

SELFIE O NON SELFIE?

MODA O STRATEGIA?

Riprendo questo spinoso argomento in quanto mi è capitato di leggere un post che criticava questo mondo di “selfie” … sostenendo che chi si fa i selfie lo fa solo per mostrare ciò che non è, facendo credere agli altri che la sua vita sia perfetta!

Io credo che, soprattutto, nel mondo professionale, metterci la faccia sia buona cosa!

Come sempre ci vuole moderazione e … è ovvio che se ci scattiamo una foto per un post professionale staremo attenti alla luce, ai capelli, allo sfondo ect ….

A mio avviso non è sbagliato dare di se l’immagine che desideriamo che gli altri percepiscano.

Vivere una seconda vita sui social invece è un altra questione che non è da esperto di marketing ma da psicologo!